Stralcio “Atto costitutivo Associazione”Visioneroma”

ATTO COSTITUTIVO DELL’ ASSOCIAZIONE “VISIONEROMA”

Il giorno 23 novembre 2019 in Roma, presso la “Locanda Cairoli” P.zza B. Cairoli,2

costituiscono l’Associazione Culturale non riconosciuta denominata “VISIONEROMA”

Art. 1 – Denominazione e sede

1. Nello spirito della Costituzione della Repubblica Italiana in ossequio a quanto previsto da-gli artt. 36 e 38 e seguenti del Codice Civile e dal Decreto legislativo 3 luglio 2017 n.117 recante “Codice del Terzo settore”, ed in ossequio alle disposizioni dei commi 3, 5, 6, 7 e delle lettere a, b, c, d, e, f del comma 8 dell’Art.148 del TUIR. è costituita, un’Associazione che assume la denominazione Visioneroma che sarà integrata con “Visioneroma Ente del Terzo Settore” o, in breve, “Visioneroma ETS” a seguito dell’iscrizione nel relativo registro.

2. L’associazione ha sede legale in Roma a Piazza Benedetto Cairoli,2 presso hotel Locanda Cairoli.

3. Il trasferimento della sede legale non comporta modifica statutaria, ma l’obbligo di comunicazione agli Uffici competenti.

Art. 2 – Disciplina dello Statuto

1. L’Associazione è disciplinata dal presente Statuto, ed agisce nei limiti del Decreto Legislativo 3 luglio 2017 n. 117, delle relative norme di attuazione, della legge regionale e dei principi generali dell’ordinamento giuridico.
2. L’Assemblea delibera l’eventuale regolamento di esecuzione dello Statuto per la disciplina degli aspetti organizzativi più particolari.

Art. 3 – Efficacia dello Statuto

1. Lo statuto vincola alla sua osservanza gli aderenti; esso costituisce la regola fondamentale di comportamento dell’attività della organizzazione stessa.

Art. 4 – Interpretazione dello Statuto

1. Lo statuto è valutato secondo le regole di interpretazione dei contratti e secondo i criteri dell’articolo 12 delle preleggi al codice civile.

Art. 5 – Scopo dell’Associazione

1. L’Associazione non ha scopo di lucro

2. L’Associazione ha la finalità di organizzare e gestire attività culturali, scientifiche, formative, educative, di ricerca storica, giuridica, normativa e legislativa, nonché elaborazioni di poli-tiche pubbliche; con particolare attenzione alle tematiche della città di Roma.

3. Per il raggiungimento dello scopo di cui al comma precedente, l’Associazione si propone ogni attività divulgativa, comprese riunioni, eventi, assemblee, utilizzo delle varie forme di social oggi disponibili.

4. L’Associazione sì avvale di ogni strumento utile al raggiungimento degli scopi sociali e in particolare della collaborazione con gli enti locali, anche attraverso la stipula di apposite convenzioni, della partecipazione ad altre associazioni, società o enti aventi scopi analoghi o connessi ai propri.

5. L’Associazione potrà svolgere qualsiasi altra attività culturale o ricreativa e potrà compiere qualsiasi operazione economica o finanziaria, mobiliare o immobiliare, per il migliore rag-giungimento dei propri fini.

6.L’Associazione potrà, esclusivamente per scopo di autofinanziamento e senza fine di lucro, esercitare le attività marginali previste dalla legislazione vigente.

Art. 6 – Soci

1. Il numero dei soci e’ illimitato. Possono essere soci dell’Associazione, senza alcuna forma di discriminazione, le persone fisiche e giuridiche che condividono gli scopi dell’Associazione e presentano un curriculum di studi e/o di esperienze tali da poter garantire un contributo fattivo alla realizzazione dei fini istituzionali del sodalizio, anche con attività gratuita e volontaria.

Art. 7 – Ammissione del socio

1. Chi intende essere inserito nel novero dei soci dovrà presentare la relativa richiesta al Consiglio Direttivo, impegnandosi ad attenersi al presente Statuto e osservare i regolamenti e le deliberazioni adottate dagli organi dell’Associazione. Il Consiglio Direttivo potrà chiedere all’aspirante socio ogni documentazione utile al fine di valutare la richiesta di ammissione.

2. Le persone giuridiche che intendano divenire socie dell’Associazione dovranno presentare una richiesta firmata dal rappresentante legale.

3. Il Consiglio Direttivo deciderà in merito ad essa , entro sessanta giorni dalla presentazione della domanda di ammissione.

4. La delibera di rigetto della domanda di ammissione dovrà essere motivata e trasmessa all’interessato, il quale potrà chiedere il riesame della domanda alla prima Assemblea utile, corredando la domanda di ammissione con la ulteriore documentazione ritenuta opportuna.

5. All’atto dell’accettazione della richiesta da parte dell’Associazione il richiedente acquisirà la qualifica di socio e sarà inserito nel libro Soci.

6. I soci possono essere:

a) Soci fondatori: sono soci fondatori le persone fisiche o giuridiche che hanno firmato l’atto costitutivo e quelli che successivamente e con deliberazione insindacabile e inappellabile del comitato direttivo saranno ammessi con tale qualifica in relazione alla loro fattiva opera nel ambiente associativo;

c) Soci onorari: sono soci onorari le persone fisiche e giuridiche e gli enti che abbiano acquisito particolari meriti per la loro opera a favore dell’Associazione o che siano im-possibilitati a farne parte effettiva per espresso divieto normativo;

d) Soci ordinari: sono coloro i quali previa domanda di ammissione, e relativa ac-cettazione dal parte del Consiglio Direttivo, entrano a far parte dell’Associazione

e) Soci sostenitori e/o promotori: sono soci sostenitori e/o promotori tutti coloro che contribuiscono agli scopi dell’Associazione in modo gratuito o mediante conferimento in denaro o in natura.

7. Non è ammessa la categoria dei soci temporanei. La quota associativa è intrasmissibile.

Art. 8 – Diritti e doveri dei soci

1. I soci dell’organizzazione hanno il diritto di:

· eleggere gli organi sociali e di essere eletti negli stessi;
· essere informati sulle attività dell’organizzazione e controllarne l’andamento;
· essere rimborsati dalle spese effettivamente sostenute e documentate per l’attività prestata in favore dell’Associazione ai sensi di legge;

· prendere atto dell’ordine del giorno delle assemblee, prendere visione del rendiconto economico – finanziario, consultare i verbali;

· votare in Assemblea purché iscritti da almeno tre mesi nel libro degli associati. Ciascun associato ha diritto ad un voto.

2. Gli stessi soci hanno il dovere di:

· rispettare il presente statuto e l’eventuale regolamento interno;

· svolgere la propria attività in favore della comunità e del bene comune in modo personale, spontaneo e gratuito, senza fini di lucro, anche indiretti ed esclusivamente per fini di solidarietà;

· versare la quota associativa secondo l’importo annualmente stabilito dal Consiglio Direttivo. La quota associativa è personale, non è rimborsabile e non può essere trasferita a terzi.

…………………………….………….

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento