Parole e cose sfidate dal lockdown parte I – II – III Prof.ssa Elena Battaglini e Dr.ssa Laura Campanello

 

I master di Visioneroma  1° Ciclo 2° Master

“Parole e cose sfidate dal lockdown”

Dialogo tra una filosofa e una sociologa

Parte I
Che differenza c’è tra rischio e pericolo? Quali sono le implicazioni per gli individui e la società?

 

Parte II
Nessuno si salva da solo, ed adesso in tempi di Coronavirus è chiaro: se non ci salviamo tutti assieme, non si salverà nessuno.
Dialogo denso,  intenso, emozionante di una sociologa con una filosofa in tema di ritualità sociali, riconoscimento, disconferme e risorse  alle quali fare appello in questi tempi.

 

Parte III
Della paura, di make up e belletti cosmetici, di chi nella paura è proprio immerso e di spazi di silenzio rigenerativo.

 

Elena Battaglini

Dottore di ricerca in Sociologia dell’ambiente e del territorio, coordina l’Area di Ricerca ‘Economia Territoriale’ della Fondazione Di Vittorio della CGIL. E’ membro docente del Collegio Scientifico del Dottorato ‘Paesaggi della città contemporanea. Politiche, tecniche e Studi visuali’ dell’Università di Roma Tre. Ha svolto lectures e corsi di Master o di Dottorato, in quindici università italiane e internazionali, tra cui il Trinity College di Dublino e l’Università di Campinas in Brasile. Ha pubblicato più di cinquanta articoli, saggi e volumi, sia in Italia che all’estero (UK, USA, Brasile, Germania, Serbia, Polonia e Finlandia) in tema di innovazione, sviluppo e sostenibilità territoriale.

Dal 2013 al 2019 è stato il primo membro non-accademico ad essere eletto nel Consiglio Scientifico della sezione Territorio, dell’Associazione Italiana di Sociologia (AIS). Parla e comprende correttamente cinque diverse lingue oltre all’italiano.

Laura Campanello

Laureata in Filosofia all’Università Statale di Milano (1989) e specializzata in Pratiche Filosofiche con Romano Màdera presso il Corso di laurea in Consulenza pedagogica e Ricerca educativa dell’Università di Milano  -Bicocca (2004).  Specializzata in pratiche filosofiche e consulenza pedagogica. Ha lavorato in vari ambiti e scrive sui temi dell’esistenza – dalla felicità al dolore passando per l’educazione. Dice di se stessa, rinviando al suo sito per approfondire ” Io, in realtà, sono semplicemente Laura Campanello e una cosa che non so fare è dire chi sono senza dire cosa faccio. Perché quello che faccio è legato a quello che sono: una che ama la vita, che vede e a volte vive, come tutti, le fatiche del vivere e che riflette su ciò che le accade e su ciò che vede accadere, per cercare di imparare a stare meglio al mondo. Che forse è quello che vogliamo tutti. Come dice Wolf in Pulp Fiction: risolvo problemi o almeno provo ad aiutare gli altri a risolvere i loro o a conviverci, perché sono abituata a farlo con i miei, provando anche a cambiare sguardo sul mondo e sulla vita”.

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento