IL FUTURO POLITICO DI ROMA -TAVOLA ROTONDA

La tavola rotonda del 29 Settembre alle ore 17,00 si terrà in presenza presso

LE MERIDIEN VISCONTI ROME HOTEL

Via Federico Cesi 37, 00193 Roma

 

Nei prossimi giorni verrà stabilito il numero massimo di partecipanti nella sala.

Il numero da confermare dovrebbe essere di circa 40/50 persone.

Visioneroma comunicherà  la conferma della partecipazione che deve essere  richiesta  via whatsapp o via mail (visioneroma@gmail.com) o attraverso uno dei soci o promotori.

Per chi intende partecipare in presenza (procedure COVID obbligatorie):

  1. all’ingresso sarà controllata la temperatura e si dovrà lasciare al servizio di concierge dell’albergo numero di cellulare ed indirizzo di rintracciabilità
  2. dovrà rispettare le distanze previste in sala ed indossare sempre la mascherina

 

 

Michele Anzaldi                    Deputato di Italia Viva

Roberto Morassut                 Sottosegretario all’Ambiente

Luigi Zanda                            Senatore del P.D.

Piero Sandulli                        Avvocato, giurista

Stefano Ciafani                      Presidente Naz. Legambiente

Rebecca Spitzmiller              Fondatrice Retake

Lorenzo Tagliavanti              Presidente Camera Commercio Roma

Mirko Frezza                           Attore e Pres del comitato Casale Caletto

Francesco rutelli                    Pres. Anica ex Sindaco di Roma

Paolo Boccacci                        Giornalista Repubblica

Claudio Minelli                       Coordinatore Visioneroma

 

___________________________________________________

L’immagine della locandina

Di Piero Meogrossi

E’ il frutto delle mie conversazioni con l’universita’ di Belgrado dove ho tenuto conferenze. L’amico arch prof Zoran Djiukanovic me l’ha inviata ricomponendo la “ricerca eterotopica” da me descritta in vari modi….in vari contesti internazionali…e nazionali. L’immagine potente del ColosseoTorreDiBabele e’ derivata dalla sommatoria di tanti autori famosi. La visione di Babele e’ quella della nostra contemporaneita’ distopica a cui tutti  -specie qui a Roma in questo periodo- cercano di trovare e dare risposte . Il messaggio eterotopico e non utopico di una comunicazione diffusa  per poter rigenerare Menti e Territorio attraverso la condivisione partecipata al modello guida di una Visione  Unitariamente Intesa (RomaAgroPolis sostenibile con la Salute-Ambiente-Digitale/..i 209 milioni del RecoveryFund EU). Le citazioni sono quelle di tanti autori…solo il paesaggio e’ quello famoso di G.B.Piranesi….il ColosseoBabele si innalza anche grazie a Bruegel, L. and M. Valckenborch, Verhaecht, Kircheri, Fisher… Alessandro Specchi, Carlo Fontana, James Harvey Robinson and altri…Sopra tutto aleggia il disegno antico di Roma ………il cui valore ancora non viene preso con sufficiente attenzione……

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. pirò federico pirò federico ha detto:

    Non so se riuscirò ad essere presente il 29. Lascio però ai partecipanti alla tavola rotonda le domande che avrei voluto fare .
    Vi avrei chiesto di mettere al centro della vostra analisi una questione per me e penso non solo per me essenziale:
    l’attuale giunta che va a scadenza nella prossima primavera ha gestito i problemi della capitale con una strategia precisa, con una visione che ha guidato la sua politica?

    Può sembrare una domanda provocatoria vivendo ognuno di noi l’incapacità di garantire una qualità decente addirittura dei servizi essenziali, ma vogliamo sentire i pareri provenienti da rappresentanti della politica, dei corpi intermedi, dell’associazionismo.

    Avrei poi chiesto che si affrontasse un tema che ora diviene impellente: qual è il vostro parere su come le forze politiche all’opposizione della giunta in essere si stanno organizzando sia sul versante del programma e della sua preparazione, sia sulle alleanze che sull’individuazione del candidato sindaco?

    E qui vi avrei chiesto anche qual è secondo voi la strada più giusta per arrivare alla proposta del candidato sindaco: primarie aperte alle forze che si ritrovano sul programma o indicazione da parte del partito principale dell’opposizione di un nome e di una squadra entrambe di alto livello?
    Ed infine non ritenete che il percorso che definisce il programma della futura giunta va definito aprendosi subito ad un confronto con i corpi intermedi, l’associazionismo, le nuove realtà che si sono organizzate per affermare la scelta della partecipazione per adesso e come punto di riferimento per il futuro.
    Purtroppo non ci sarò, ma questa interessante tavola rotonda mi darà qualche risposta?
    Grazie visioneroma.

    Federico Pirò

Lascia un commento