GIORNATA DELLA MEMORIA – DARIO COEN

“Non sono stati Hitler e Himmler a deportarmi, picchiarmi, ad uccidere i  miei familiari. Furono il lattaio, il vicino di casa, il calzolaio, il dottore, a cui fu data un’informazione e credettero di essere la razza superiore”.

(Karel Stojka, sopravvisuto ad Auschwitz).

Basta dire “italiani brava gente”, non è stato sempre così. Iniziamo ad essere consapevoli di questo, iniziamo a capire perchè è successo e cosa fare perché non accada “MAI PIU’”.

Questo è il significato della  Giornata della Memoria, ognuno di noi deve esserne protagonista, trovare gli anticorpi.

 

DARIO COEN  VISIONEROMA

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento