VIDEOREGISTRAZIONE INCONTRO VISIONEROMA CON METROVIA

COLLOQUIO CON GLI ARCHITETTI

PAOLO ARSENA E  CORRADO COTIGNANO

PARTECIPANO GABRIELE GANDELLI , LORENZO TARQUINI, CLAUDIO MINELLI

 

 

 

 

COME SI PRESENTA  METROVIA

La Metrovia nasce all’interno dello studio Arsena Architettura. Dalle intuizioni e dallo studio minuzioso di Paolo Arsena. Paolo  Arsena è architetto, vive a Roma, dove lavora nel settore della progettazione: dalla scala urbana all’interior design; è assistito  da Corrado Cotignano, esperto di transportation design che si interessa di mobilità urbana e trasporti fin dai tempi della tesi sul car sharing. 

Così Metrovia presenta la sua proposta:

“Metrovia 2021 è un piano del ferro di grande impatto: l’esperienza e il confronto con le altre realtà europee dimostrano infatti che solo una rete integrata su ferro (servizi metropolitani, metrotranviari e ferroviari) migliora l’efficienza dei trasporti di un centro urbano di vaste dimensioni.  Ma, in una città come Roma, un piano come questo non può puntare solo sullo scavo. Non solo per le peculiarità storiche ed archeologiche (quelle tutto sommato aggirabili con il cosiddetto metodo Roma), ma per la conformazione urbanistica della città: Roma è troppo estesa e diradata Roma è troppo estesa e diradata e le metropolitane sotterranee diventano molto più onerose rispetto alle altre grandi capitali.

Innanzitutto: Roma ha bisogno di mettere in connessione fisicafunzionale visiva ciò che già esiste: le linee di metropolitana esistenti e le tratte urbane delle ferrovie (treni regionali, ferrovie concesse, una linea merci).  L’idea di Metrovia è semplice e realizzabile: riutilizzare le infrastrutture ferroviarie che attraversano Roma. Sul tracciato urbano delle ferrovie possono nascere 6 linee di metropolitane di superficie. Più precisamente: 6 linee di treni allestiti come metropolitane che effettuano un servizio da metropolitane in termini di frequenza, portata, velocità. In questo modo, si potrà creare un sistema davvero efficiente e integrato fra le 3 metropolitane esistenti (più la quarta linea prevista, la cosiddetta Metro D, M10 nel sistema Metrovia) e 6 linee nuove di superficie, metropolitane nate sul tracciato urbano delle ferrovie.

E poi, Roma poi bisogno di completare questa connessione con una maglia ausiliare su ferro. Non i semplici tram che scontano i limiti imposti da percorrenze a tratti promiscue, rallentate da incroci e attese ai semafori. Ma Metrotram di moderna concezione: veloci, regolari, efficienti.

Quindi, Metrovia 2021 non è solo un insieme di 10 linee di servizio metropolitano. Metrovia 2021 è un sistema integrato in cui queste 10 linee si inseriscono in una nuova rete più vasta e capillare che comprende: una ferrovia urbana circolare, la MO, una rete di 12 Metrotram,  e estensioni delle linee ipogee esistenti  Il tutto compatibile con il sistema delle ferrovie regionali e il Leonardo Express già esistenti. Una potenziale rivoluzione della mobilità urbana è a portata di mano, realizzabile nella sua parte essenziale in 10 anni.”


 

Paolo Arsena

Nato a Milano nel 1971 ma romano d’adozione, ha frequentato la facoltà di architettura alla Sapienza di Roma, per concludere gli studi a Venezia, presso lo IUAV, dove si è laureato nel 1999, Durante il periodo universitario, dal 1994 al 1997 ha lavorato come giornalista pubblicista per la Class Editori. Dopo una prima esperienza all’assessorato all’Urbanistica di Venezia e alcuni anni di apprendistato presso studi di architettura a Milano e a Roma, alla fine nel 2003 comincia l’attività come libero professionista.

Lo studio professionale ha incentrato la propria attività sull’interior design, sulla ristrutturazione edilizia e su svariate attività tecniche per diverse società di Real Estate e, come consulente, per cinque anni di Equitalia spa. Dal 2016 ha ideato e promosso per Roma il progetto Metrovia, una proposta innovativa e di sistema per il trasporto pubblico su ferro, fondata sul riuso delle infrastrutture esistenti e sviluppata con un team di professionisti.


Corrado Cotignano

Laureato in Disegno industriale all’Università degli Studi “la Sapienza”.

Esperto di transportation design si interessa di mobilità urbana e trasporti fin dai tempi della tesi sul car sharing.

Senior Designer. Architettura di interni e designer di prodotto.
Master in Transportation Interface Design. Esperto in sketching e rendering, modellazione fisica e 3D, design management, analisi di mercato, definizione del concept, analisi ergonomica di prodotti o progetti, design di prodotti e servizi sostenibili.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento