CONSEGNA DELLA LETTERA APERTA A REGIONE E COMUNE : FINALMENTE REALIZZARE CAMPIDOGLIO 2

LETTERA APERTA

SI REALIZZI SUBITO CAMPIDOGLIO2

 

LETTERA APERTA AL PRESIDENTE DELLA REGIONE LAZIO NICOLA ZINGARETTI, AL SINDACO DI ROMA ROBERTO GUALTIERI, ALLA PRESIDENTE E AI CONSIGLIERI COMUNALI DELL’ASSEMBLEA CAPITOLINA

Gentili Presidente della Regione, Sindaco, Presidente e Consiglieri dell’Assemblea Capitolina

Visioneroma  (www. Visioneroma.it)  è una associazione promossa da cittadini con esperienze e competenze diverse,  per la rinascita culturale, scientifica, economica, sociale e politica di Roma.

Nel gruppo sono presenti  architetti, urbanisti,  avvocati,  ingegneri, economisti, sindacalisti, artisti e numerosi altri liberi professionisti, imprenditori, artigiani e cittadini attivi nei più svariati campi delle attività romane. Si vogliono ricercare idee, fonti, sintesi e notizie che possono aiutare la “Vision” su Roma.

In poco più di un anno di attività l’associazione ha svolto un ruolo significativo nel panorama politico e sociale della città.

L’interlocuzione libera e critica con gli amministratori della Città ha sempre rappresentato un elemento importante della sua azione.

Con la nuova amministrazione comunale si intende aprire un confronto continuo anche facendo riferimento alle dichiarazioni  programmatiche del Sindaco di “apertura alla società ed alle sue diverse realtà sociali e associative”

La Capitale del Paese ha una grande occasione di rilancio economico e di ruolo con l’attuazione del PNRR e la positiva gestione di imminenti importanti eventi internazionali.

Per queste ragioni  Visioneroma si è soffermata su alcuni programmi che potrebbero concorrere in maniera determinante alla “svolta” che tutti si attendono.

Visioneroma ritiene in particolare che la Regione Lazio ed il Comune di Roma possano insieme realizzare uno dei più importanti programmi di innovazione urbana ed amministrativa della Capitale e della Regione che la ospita.

Nell’impostare il proprio programma elettorale e in numerose successive occasioni pubbliche, il Sindaco ha evidenziato che “l’attuazione del Progetto Campidoglio 2 (la realizzazione della nuova città dell’amministrazione comunale nell’area ostiense) e del complementare “Museo Romano di Via dei Cerchi” costituisce uno degli obiettivi prioritari della nuova amministrazione.

L’assessore all’Urbanistica del Comune di Roma, on. Veloccia, in recenti prese di posizione pubbliche ha di nuovo confermato l’importanza di portare a termine il progetto.

Visioneroma sostiene che per Campidoglio 2 è opportuno tornare al progetto attuativo aggiudicato con concorso internazionale di progettazione da realizzare oggi con i fondi del PNRR.

Visioneroma ricorda a tutti il protocollo d’intesa tra la Regione Lazio e il Comune di Roma, siglato negli anni scorsi, che prevedeva una stretta sinergia tra le due istituzioni per la realizzazione di Campidoglio 2 ed anche una ipotesi di città della regione presso la ex Fiera di Roma.

Nel testo si faceva esplicito riferimento all’enorme vantaggio che tra l’altro si sarebbe ricavato dalla drastica riduzione dei fitti passivi.

Occorre però oggi considerare che l’operazione “fiera di Roma” richiederebbe approfondimenti e riconsiderazioni anche alla luce del nuovo assetto proprietario dell’area dell’Ex Fiera.

Per questa ragione mentre è assolutamente prioritario, cogliere l’occasione del PNRR, per dare immediata attuazione al programma Campidoglio 2, nel caso della Ex Fiera di Roma, i tempi per il riesame, l’eventuale progettazione, difficilmente si concilierebbero con quelli del PNRR.

Potrebbe però avviarsi uno Studio di fattibilità, che  ne verificherebbe la praticabilità e i tempi realistici di eventuale realizzazione.

In conclusione evidenziamo le seguenti considerazioni:

1. La procedura Europea del PNRR impone che il Comune e la Regione presentino progetti attuabili in tempi stringenti pena la restituzione dei finanziamenti concessi;
2. Il PNRR prevede precisi settori e finalità per i quali i finanziamenti siano conseguibili;
3. Il Programma Campidoglio2 si può avvalere di una avanzata progettazione di alta qualità derivante dal concorso internazionale a suo tempo aggiudicato;
4. La riorganizzazione della macchina burocratica comunale, comprensiva della sua digitalizzazione rientra pienamente nelle finalità del PNRR;
5. La realizzazione del Museo Romano di Via dei Cerchi rientra anch’esso negli interventi PNRR oltre a rilanciare il più generale “Progetto Fori”;
6. Regione e Comune potrebbero agevolare il riutilizzo delle strutture lasciate libere dagli uffici comunali trasferiti nel Campidoglio 2 con destinazioni residenziali, studentati, senior living, co-living, ecc.

In conclusione ci rivolgiamo a voi perché si è ancora in tempo per attuare questo ambizioso programma che rilancerebbe da solo l’economia della città per l’entità dell’investimento e delle opere da realizzare, per il loro effetto sulle attività museali di livello internazionale e soprattutto per gli effetti sull’efficienza delle amministrazioni pubbliche!

Ringraziamo i nostri cortesi interlocutori per una auspicabile attenzione,

Per Visioneroma

Gabriele Gandelli presidente dell’associazione

Claudio Minelli coordinatore generale dell’attività

I responsabili  dei settori programmatici

Piero Sandulli (Assetti istituzionali e strutture amministrative )

Alberto Panfilo (Aziende comunali, patrimonio e servizi)

Luciano Chesini (Cultura)

Gianluca Santilli (Economia sostenibile)

Renato Guidi (Politiche attuative e procedure)

Michelangelo Guzzardi (Sociale)

Giuseppe Dinoto (Strutture giudiziarie, sicurezza)

Giorgio Tamburini (Urbanistica)

Dario Coen (Politiche d’integrazione e di sostegno)

 


 

I RISCONTRI ALLA LETTERA

CLIKKARE SULLE IMMAGINI PER LE LETTERE DI RISPOSTA

 

 


 

IL PROTOCOLLO REGIONE COMUNE

Gli Assessorati al Patrimonio della Regione e del Comune di Roma hanno da tempo attivato un confronto costruttivo su problematiche di reciproco interesse.

Gli Assessorati hanno in particolare avuto, dal Presidente della Regione e dal Sindaco di Roma, delega a coordinare i procedimenti amministrativi di rispettiva competenza per il perseguimento di una finalità a cui la Regione Lazio ed il Comune di Roma attribuiscono valore strategico e che è relativa all’obiettivo di:

  • razionalizzare gli spazi, questi ultimi intesi nella accezione più ampia del termine, partendo dagli spazi di livello urbanistico ( distribuzione e localizzazione a livello territoriale) per arrivare a quelli a scala più ridotta (distribuzione interna di singolo edificio);
  • ridurre il ricorso all’uso di fabbricati locati in fitto passivo, attraverso la riconversione ed il riutilizzo di immobili di proprietà;
  • accorpare uffici e servizi in funzione delle aree di competenza del Dipartimento di appartenenza al fine di migliorare l’efficienza dell’intera struttura comunale e regionale;
  • adeguare alla normativa vigente gli uffici attraverso lavori di adeguamento e di messa a norma per migliorare le condizioni dei luoghi di lavoro dei dipendenti e del pubblico.

Per raggiungere tali finalità ciascuna istituzione ha elaborato un proprio piano strategico attivando confronti interistituzionali preliminari finalizzati ad armonizzare i progetti con particolare riferimento all’inquadramento urbanistico ed alle connesse problematiche trasportistiche e di mobilità.

In particolare sono state individuate le aree;

  1. della “Fiera di Roma” conseguenti alla nuova collocazione dell’Ente Fieristico in altra sede più idonea (Ponte Galeria) mediante demolizione e ricostruzione delle cubature ivi esistenti dove, unitamente alla attuale sede della Regione, verrebbe a concretizzarsi, con un processo di riunificazione -razionalizzazione il Polo Direzionale Regionale, nell’area “Fiera di Roma” troverebbe collocazione anche la nuova sede del Municipio XI;
  2. del “Quadrante Ostiense” dove verrebbero a localizzarsi i dipartimenti dell’Amministrazione Comunale ( Cosiddetto Campidoglio2);
  3. Regione e Comune si impegnano a predisporre i progetti di utilizzo funzionale delle strutture interessate, anche al fine di individuare eventuali integrazioni edilizie da attuare, ove necessario, con specifico accordo di programma.

Considerata inoltre la necessità di concludere con relativa urgenza i procedimenti decisionali connessi con l’attuazione dei progetti, tenendo conto dei terzi soggetti interessati (Fiera di Roma, FF.SS ecc.) la Regione ed il Comune di Roma si impegnano ad attuare la più ampia collaborazione interistituzionale, ivi comprese tutte le forme di coordinamento tecnico amministrativo necessarie.

Il Presidente della Giunta Regionale                               Francesco Storace

Il Sindaco                                                                              Walter Veltroni

 

 

 

Al prtocollo fece seguito la Delibera di Consiglio Comunale che recepiva il protocollo d’intesa ed avviava il programma Campidoglio2 .

 

———————————————

LA STORIA DI CAMPIDOGLIO 2

 

 


  

Potrebbero interessarti anche...

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
LASCIACI UN TUO COMMENTO O UNA TUA INFORMAZIONEx
()
x