VIDEOREGISTRAZIONE INCONTRI CON L’AUTORE GIOVANNA PIMPINELLA

INCONTRI CON L’AUTORE

L’AUTRICE DEL LIBRO “L’ASSICURAZIONE E LA TUTELA DEI BENI CULTURALI, BUONE PRATICHE DAI MUSEI AI COLLEZIONISTI”, LA STORICA DELL’ARTE GIOVANNA PIMPINELLA NE PARLA CON L’ARCHEOLOGA RITA PARIS, PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE RANUCCIO BIANCHI BANDINELLI, ASIA RUFFO DI CALABRIA, VICERESPONSABILE DEL DIPARTIMENTO MOSTRE E MANIFESTAZIONI CULTURALI DEL MUSEE DES ARTS ET METIERS DI PARIGI E L’ARCHITETTO BENEDETTA TAMBURINI

 


IL LIBRO

 


 

Giovanna Pimpinella

storica dell’arte e giornalista, lavora nell’ambito della comunicazione, della grafica, degli eventi e dell’editoria.

Autrice di libri che fanno conoscere l’arte nei suoi aspetti inediti e insospettati, collabora dal 2018 con la Fondazione ANIA ed unisce in questo libro  la sua esperienza nel settore assicurativo   con la sua esperienza come  Esperta in Archeologia Giudiziaria e Crimini contro il Patrimonio Culturale.

Autrice tra l’altro del successo editoriale “Coppedè a Roma. Il quartiere, gli edifici, i simboli”, dal 2001 pubblica il blog “Piantatastorta”, dedicato alla storia dell’arte ed al costume.

 


Rita Paris

Archeologa nel ruolo del Ministero dei beni e delle attività culturali. Ha svolto l’incarico di Direttore del Parco Archeologico dell’Appia Antica.

Ha curato e valorizzato il patrimonio culturale dell’Appia anche con nuove acquisizioni e ne ha divulgato la conoscenza attraverso pubblicazioni, iniziative culturali, mostre, conferenze, rapporti con i media.  In particolare è stata  responsabile dei progetti di scavi, restauro e allestimento dei complessi del Mausoleo di Cecilia Metella e Castrum Caetani, della Villa dei Quintili, di Capo di Bove e di Santa Maria Nova, oltre che della strada stessa con i monumenti sui lati. Ha redatto un Piano per la gestione e la fruizione dell’Appia Antica.

Ha acquisito e organizzato l’Archivio di Antonio Cederna e il relativo sito.  E’ stata Direttore del Museo Nazionale Romano di Palazzo Massimo dove ha realizzato i nuovi allestimenti, ha organizzato mostre e curato la pubblicazione delle collezioni.
Ha curato restauri specialistici e di monumenti tra quelli dell’Appia Antica e la Piramide di Caio Cestio. Ha partecipato a conferenze e convegni in Italia e all’estero su diversi temi e sulla tutela archeologica. E’ stata insignita del Premio Zanotti Bianco per la tutela ed è socio onorario di Italia Nostra.
Nel 2013 è stata eletta consigliere comunale nella Lista Civica Marino. E’ Socio Corrispondente Istituto Archeologico Germanico. E’ membro dell’ICOM.
E’ Presidente dell’Associazione Ranuccio Bianchi Bandinelli.

 

 


 

Asia Ruffo Di Calabria

Laureata con il massimo dei voti in architettura a Valle Giulia, Università La Sapienza.

A Milano all’Università Cattolica ha seguito un master in Museologia e gestione beni culturali che le permette di acquisire una conoscenza teorica nell’allestimento di mostre temporanee e permanenti in un museo.

Ha fatto esperienza con un tirocinio per il Parco archeologico delle Tombe di Via Latina appartenente alla Sovrintendenza Speciale per il Colosseo di Roma. Il progetto consisteva nel disegno di pannelli di accompagnamento della visita delle rovine di una taberna vinaria.

La sua idea era un mélange tra l’architettura delle rovine e un incontro enogastronomico per offrire ai visitatori del vino e ritrovare l’eccellenza dei prodotti italiani anche all’interno di un sito archeologico.

Trasferita a Venezia ha lavorato con la direttrice delle Gallerie dell’Accademia, Paola Marini, e con Giulio Manieri Elia, attuale direttore. A contatto con dei capolavori come quelli di Tintoretto e di Vittore Carpaccio, con mostre internazionali e il riallestimento delle collezioni per i lavori di ristrutturazione del museo si è specializzata nel ruolo di registrar.

Nel 2018 è ritornata a Roma alla Galleria Nazionale nel dipartimento mostre.

Tra il 2017 e il 2018 si è trasferita definitivamente a Parigi per lavorare come registrar al Grand Palais.

Dal 2018 è al Musée des Arts et Métiers, uno dei musei scientifici più importanti in Europa, prima con il ruolo di exhibition manager poi come vice responsabile del dipartimento mostre e manifestazioni culturali. Ha coordinato tre mostre temporanee e manifestazioni culturali come la Notte Bianca 2020, Notte delle idee 2021 e le notturne del museo.

 


 

Benedetta Tamburini

Nel 2016 si laurea con lode presso l’Università la Sapienza di Roma in Scienza dell’Architettura e della Città, con una tesi sperimentale “Il caso del concorso per il nuovo palazzo della Camera dei Deputati a Roma” e relatore il prof.re arch. Alfonso Giancotti .

Partecipa a diverse attività formative organizzate in ambito universitario tra cui il “Progetto pilota di cantiere. Studio preliminare sulle procedure e l’organizzazione del cantiere di restauro” presso Villa Silvestri- Rivaldi.

Nel 2019 consegue, con lode e dignità di pubblicazione, presso l’Università La Sapienza di Roma la laurea specialistica in Architettura (Restauro) con una tesi di progettazione architettonica sul “Nuovo polo museale dell’ area archeologica centrale di Roma “ con relatore la prof.ssa arch. Manuela Raitano e correlatore il prof. Arch. Alfonso Giancotti.

Nel 2020 consegue l’abilitazione alla professione e vince il concorso di dottorato Architettura e Costruzione, in composizione architettonica e urbana, presso la Scuola di Dottorato in Scienza dell’Architettura (Dipartimento di Architettura e Progetto) dell’Università la Sapienza di Roma.

Da settembre del 2020 collabora con Visioneroma per la gestione dei Master

Potrebbero interessarti anche...

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
LASCIACI UN TUO COMMENTO O UNA TUA INFORMAZIONEx